Il gioco è truccato oppure no? Il banco bara? Vincono sempre gli stessi?

Uno dei temi più dibattuti sui forum è quello del gioco truccato. Potreste pensare che se ne parliamo noi è come “chiedere all’oste se il vino è buono”, ma spesso non è così. Capiamo che pensare che vincere al lotto, alla roulette o al millionday sia solo una questione di “conoscenze”, ma ci sono due cose da sapere.

Uno, in molti giochi noi siamo solo dei rivenditori (è il caso di tutte le lotterie come il superenalotto) e siamo garantiti dal banco; in altri vi mettiamo in contatto con altri per giocare tra di voi, prendendo prima i soldi a garanzia (è il caso del poker o del betting exchange o degli skill games) per cui il vincitore ci è indifferrente.

Due, giustamente nessuno gioca per perdere sempre. Per cui quello che accade (viene facile l’esempio con i grattaevinci, ma è lo stesso con tutti i giochi da casinò) è che il banco, chiuque esso sia (sulle lotterie è lo stato, sui casinò siamo noi) fissa preventivamente una percentuale di vincite. Ad esempio, sul gratta e vinci online decide che l’80% dei soldi viene restituito in premi. Non ha nessun interesse (e sarebbe anche tecnicamente difficile) ad abbassarlo o alzarlo, perché quella è normalmente la percentuale che rende il gioco divertente. Se lo abbassa, i giocatori giocano meno e lui guadagna meno. Spesso anzi (è tipico delle slot) la percentuale più alta rende il gioco piu compulsivo. Semplice no? Inoltre – ma lo diremo in altro post – se lo abbassa troppo o aumenta troppo lo tasse o  proibisce il gioco… si fa solo un grosso regalo al gioco illegale!

407total visits,1visits today

Be the first to comment

Leave a Reply