Rinvio lotteria degli scontrini, risparmiati 19,4 milioni nel 2020

Il rinvio della lotteria degli scontrini al gennaio 2021, previsto dal Decreto Rilancio, porterà a “risparmi di spesa per 19,4 milioni di cui 14,7 milioni per il rinvio delle estrazioni previste per il secondo semestre 2020 al 2021 e 4,7 milioni per il conseguente posticipo delle spese amministrative”. Sono questi i calcoli effettuati nella relazione tecnica del Dl Rilancio, trasmesso alla Camera, che Giochi24 ha potuto analizzare.


Il posticipo del via della lotteria degli scontrini – istituita dal Decreto Fiscale che ha accompagnato l’ultima manovra di bilancio e che sarebbe dovuta partire dal 1° luglio 2020, con la prima estrazione mensile già stata fissata per il 7 agosto 2020 – è stato necessario perché “la situazione di emergenza epidemiologica COVID-19, con la chiusura di gran parte degli esercizi commerciali e il contenimento degli spostamenti non essenziali, rende difficoltosa la distribuzione e l’attivazione dei registratori telematici, mettendo a rischio la possibilità per la totalità degli esercenti con volume d’affari inferiore a 400.000 euro di dotarsi di tale strumento e, quindi, poter trasmettere i dati della lotteria a partire dal 1° luglio 2020”, spiega ancora la relazione tecnica.