In ginocchio la lotteria Jogo do Bicho a Sao Paulo

Una retata, ordinata direttamente dai più alti vertici dello Stato, ha coinvolto più di 30 organizzatori illegali di lotterie.

Il bilancio degli arresti compiuti oggi 25 novembre 2020 all’alba a Sao Paulo ricorda quelli che venivano annunciati al tempo della lotta alla mafia di due decenni fa.

Il governo palesa così la sua volontà reale di intervenire con il pugno di ferro contro il Jogo do Bicho.

Il gioco dell’oca, questa la traduzione dal portoghese brasiliano, è una sorta di lotto con animali anziché numeri.

Diffusissimo nelle classi sociali povere, e completamente al di fuori di ogni circuito legale, questa lotteria spesso truccata riduce sul lastrico milioni di individui.

Il jogo do bicho è una vera piaga per le favelas delle grandi città, dove milioni di persone senza speranza tentano con esso la fortuna.

Purtroppo il sistema è completamente illegale e marcio alla radice, quindi l’unica via è estirparlo.

E la retata di oggi, che ha messo in ginocchio il sistema paulense, indica che il governo è finalmente deciso a eradicare il gioco illegale.