India proibisce gioco di cucina pakistano

Continuano le frizioni tra i due giganti nucleari, India e Pakistan. Dall’epoca della spartizione confessionale del Bhārat sotto l’alta guida britannica di sua Maestà Giorgio, e del viceré Mountbatten, mai si sono appianate.

Il campo di confronto si è spostato: dalle armate che conquistavano il kashmir ai cieli delle incursioni contro Islamabad, sino al prestigio tecnologico della corsa allo spazio.

Oggi 4 febbraio 2021 arriva l’annuncio della mossa a sorpresa dell’India, spostatasi sui videogiochi.

Non sarà più possibile giocare al più popolare gioco di cucina online della nazione, di progettazione pakistana.

Una vivace polemica era difatti a proposito sorta nella stampa locale in ragione dei frequenti pagamenti in App dei giocatori indiani del gioco.

Visti come trasferimenti di denaro da Delhi a Lahore, si è deciso di interrompere il fatto. Una piccolezza, che dimostra tuttavia l’astio ancora covato.