Investire in borsa in società di gioco: flutter

Oggi, 9 luglio 2020, Flutter perde l’1% in borsa alla chiusura di Londra. In linea con l’andamento di oggi dei mercati, la società è a quasi il doppio dal picco negativo del Covid. Il 20% sopra il periodo iniziale.

Una ragione per comprarla in borsa: uno dei rarissimi momenti di riposo in una salita ininterotta per un titolo che è quanto di più simile ai colossi del Nasdaq si possa trovare sul mercato. Attiva quasi esclusivamente online, multinazionale anche se con focus forte su UK, un prodotto/marchio unico come betfair in pancia. Un futuro sicuramente brillante. Difficile vedere anche solo una crescita ad una cifra nel suo futuro.

Una ragione per non comprarla in borsa: il mercato sconta già un futuro molto brillante. Vale 48 volte gli utili e 7 volte il fatturato, con una capitalizzazione di oltre 16 miliardi che ad oggi ha poco a che fare con la sua capacità di produrre reddito. La valutazione è come per Tesla, già proiettata al 2023. Ma questo è un settore dove è facile sbagliare e nuovi competitor sono sempre all’erta, cosi come i regolatori sono sempre piu severi.




Informazioni su Paolo Di Feo 96 Articoli
Paolo Di Feo, laureato in economia con 110 e lode e MBA ha lavorato nelle telecomunicazioni prima di entrare nei giochi. In questo settore è stato consulente, direttore e proprietario sia in Italia sia all’estero. Scrive da tempo numerosi articoli e rilascia interviste ai giornali e alle TV nazionali sui temi del gioco di cui è profondo conoscitore.