Riapertura lotto e superenalotto oggi chiusi

Riaprire i giochi ; pro e contro

A quando la riapertura almeno di Lotto e Superenalotto oggi chiusi ?

OK quasi tutto chiuso, una vasta gamma della popolazione festeggia. Molto ok per i siti esteri di lotterie che festeggiano e si portano su siti illegali e che spesso non pagherebbero mai una grande vincita decine di giocatori ignari. Offerta piu ricca, tanti piccoli premi, perchè non provare il powerball oltre il superenalotto ?

Per fortuna gli altri giochi sono ancora disponibili basta cercare su google i nomi dei siti ad esempio con https://www.google.it/search?source=hp&ei=a7WEXrq-EbKImwXHkpuABA&q=giochi24&oq=giochi24&gs_lcp=CgZwc3ktYWIQAzIFCAAQgwEyAggAMgIIADICCAAyAggAMgIIADICCAAyAggAMgIIADICCAA6BAgAEApQiQxYlxVgqxZoAHAAeACAAXmIAeQGkgEDMi42mAEAoAEBqgEHZ3dzLXdpeg&sclient=psy-ab&ved=0ahUKEwj6n_HJx8foAhUyxKYKHUfJBkAQ4dUDCAc&uact=5

E per fortuna sul sito dei Monopoli https://www1.adm.gov.it/siti_inibiti_giochi.htm si puo verificare se un sito è illegale, ma purtroppo la lista non è esaustiva

Molto poco ok, lo stato ci rimette una barca di tasse . Quando chiudi lotto e superenalotto, dove un concessionario alla fine di tutto porta a casa l’1% e lo stato il 25% minimo, qualcuno poi dovrà pagare più tasse. E questa volta inutile chiederle alle società di gioco, che staranno licenziando e avranno perdite forti. E inutile chiederle ai loro dipendenti, che anzi andranno aiutati. E difficile chiederle ai giocatori, come si fà da anni, se andranno sul gioco illegale dove non ci sono tasse e si vince di più.

E allora ? Oggi 1 Aprile 2020, filtrano le prime indiscrezioni sulla riapertura.

Lotto e Superenalotto per primi. In teoria online si potrebbe fare domani (sono bloccate per non mandare funzionari e persone a controllare l’estrazione; ma basta limitare i controllori al minimo, per quanto piaccia pensarlo non ci sono trucchi e le machine che mescolano ,dette betoniere o lavatrici, sono imparziali) ma ancora non è chiaro se si farà tutto insieme.

Non citiamo l’eurojackpot online, la cui chiusura resta un mistero e un enorme regalo al gioco illegale. Nessun altro stato lo ha chiuso (ma nessuno ha chiuso neanche le lotterie online) anzi lo usa per ricavare soldi e spenderli per l’emergenza. Una tassa volontaria, spesso pubblicizzata (i proventi saranno devoluti all’emergenza coronavirus) anche se inutilmente; ovvio che in questo periodo uno Stato se incassa, spende per la sanità .

Ogni giorno perso online sono milioni di Euro ; traducetelo in mascherine, sale di rianimazione, tamponi e fate voi

A seguire i giochi che richiedono presenza fisica ma non sale dedicate , forse le sale scommesse contingentandole potranno rientrarci. Piu complicate le sale slot.

Ultimi probabilmente i Bingo, che a tutti gli effetti sono come dei ristorante e in cui contingentare e distanziare bene è davvero difficile purtroppo. Una sala mezza vuota negli orari di punta non sopravvive, troppi costi.

Ammesso che ce ne sia un numero consistente ancora in piedi. Una sala non ha i grandi picchi dei ristoranti e difficilmente ha messo molto da parte. Stare chiusi fa male se non possiedi le mura.

Speriamo bene. Sono momenti difficili e la gestione non è semplice. Tutti bravi a dire questo va tenuto aperto, questo va chiuso, ma poi nella pratica i casi sono davvero tanti. Certo che paradossalmente per priorit la riapertura di lotto e superenalotto , ovvero di una attività che è prossima all’esattoria e porta tanti soldi da spendere in sanità e altro, pur con tutte le sue difficoltà e problemi, dovrebbe essere valutata attentamente.




Informazioni su Paolo Di Feo 96 Articoli
Paolo Di Feo, laureato in economia con 110 e lode e MBA ha lavorato nelle telecomunicazioni prima di entrare nei giochi. In questo settore è stato consulente, direttore e proprietario sia in Italia sia all’estero. Scrive da tempo numerosi articoli e rilascia interviste ai giornali e alle TV nazionali sui temi del gioco di cui è profondo conoscitore.