Rischio bagarinaggio PS5 nel regno unito, le contromisure di GAME

GAME è uno dei più grossi rivenditori britannici di consolle e videogame. Si tratta di uno dei colossi del settore della distribuzione, con una fitta rete di negozi tra Inghilterra, Scozia e Galles.

Qualche mese fa la distribuzione del Regno andò in tilt, dopo la brexit. Ciò avvenne a causa della impreparazione della autorità di frontiera e delle molte difficoltà incontrate nell’adattarsi al nuovo ordine.

Ciò favorì alcune operazioni di bagarinaggio, sia sulle consolle next-gen appena uscite che su alcuni titoli di produzione estera.

Per questo il retailer ha annunciato che da oggi 21 ottobre 2021 i suoi negozi implementeranno delle procedure anti frode.

In particolare l’azienda ha acquistato un software per il controllo automatico di eventuali acquisti anomali in certe aree o regioni, o spedizioni eccessive verso certi indirizzi.

Gli ordini dunque non giungeranno al perfezionamento se non dopo aver passato il test automatico per evitare che qualcuno faccia incetta del nuovo lotto di PS5 per poi rivendere a prezzo maggiorato.