Stretta in vista sul gambling nel Regno Unito post-brexit

Un breve articolo apparso oggi 21 gennaio 2022 ha riacceso nel Regno Unito la polemica relativa alla regolamentazione del settore del gambling.

Diversi esperti del settore, tra cui Audrey Ferrie, prospettano infatti un futuro fatto di normative più restrittive di quella attuale. Al momento è in vigore una legge del 2005 che disciplina il settore, tuttavia le parti sociali sono diventate piuttosto attive negli ultimi mesi nel chiedere una revisione parziale del Gambling Act.

La materia è di pertinenza riservata del governo di Londra, pertanto ogni iniziativa dovrà partire dalla presente maggioranza conservatrice della Camera dei Comuni. Nessuna proposta in merito potrà dunque provenire dai parlamenti locali di Scozia, Irlanda del Nord e Galles.

In compenso una loro convergenza sui punti nodali delle eventuali modificazioni sarà sicuramente imposta da esigenze di stabilità politica, pertanto il processo di riforma potrebbe diventare più tortuoso del previsto.

La legislazione sul gambling potrebbe secondo l’articolista mutare in breve tempo per diventare meno permissiva. Le eventuali modifiche si rivolgerebbero soprattutto ad assicurare una tutela più ampia dei minori.