Tabaccaio fraudolento incassa la vincita e scappa a Formentera: fermato a FCO

Tutta Italia parla del tabaccaio fraudolento, la cui rocambolesca storia è apparsa su tutte le principali testate nazionali.

In breve, ecco i fatti: una signora anziana si presenta al tabaccaio ove ha acquistato un gratta e vinci per chiedere conferma della maxi vincita da 500.000€ che le sembra di aver trovato sul tagliando vincente.

Il tabaccaio riprende in mano il biglietto, lo passa sotto la macchina per confermare l’importo, e dopodiché si precipita fuori dal locale. Comincia così una fuga che terminerà a Fiumicino dove l’uomo sarà arrestato poco prima di imbarcarsi sur un volo per Formentera.

Ancora il 6 settembre 2021 la polemica infuria e le critiche piovono sull’intera categoria professionale.
Sembra dunque dovere di cronaca rammentare che, per un caso fraudolento, ci sono migliaia di ricevitorie onestamente gestite. Migliaia di tabaccai e ricevitori che svolgono il proprio lavoro con coscienza e sono un punto di riferimento per il vicinato.

Spesso sono gli stessi vincitori a riconoscere un merito alle ricevitorie sede della vincita, che in molte regioni sono solite appendere in vetrina le fotocopie di tutti i biglietti vincenti venduti e pagati.