Vincite non riscosse e premi non ritirati lotteria italia 2019 2020

Cosa succede alle vincite non riscosse e ai premi non ritirati della Lotteria Italia 2019 2020 ? Se state giocando online le vincite non riscosse non sono un vostro problema perchè verrete avvisati . Tuttavia il caso dei premi non ritirati della lotteria Italia 2019 2020 sarà come sempre una domanda frequente. O meglio gli Italiani non hanno dubbi su dove vanno I premi non ritirati della lotteria. Infatti la domanda è in realtà cosa fa lo stato con le vincite non riscosse.

Che sia una piccola vincita del superenalotto non ritirata, o il caso della vincita di lodi da 209 milioni non riscossa se non dopo 2 mesi, il tema della vincita non incassata è vissuto come l’ennesima beffa.  Al pari del recente aumento delle tasse sulle vincite . E gli Italiani non sbagliano. Ci sono180 giorni per  incassare il biglietto integro della Lotteria Italia, e, ancora meno, tre mesi di tempo per il Superenalotto. Poi i premi non riscossi vanno allo Stato. Che siamo sempre noi, ma non ci consola.

Per questo il controllo biglietti è cosi importante, e per questo è cosi utile giocare online. Scegliendo magari il sito col più alto score su TrustPilot. Come il sito dedicato alla lotteria e gestito da giochi24 (Lotteriaitalia2019.it), dove si viene avvisati automaticamente in caso di vincite.

Un conto è infatti controllare le estrazioni dei 5 premi di prima categoria , che negli ultimi due anni sono infatti stati sempre riscossi. Un altro conto e controllare i tanti premi di seconda e terza categoria. O guardare ogni giorno o settimana le estrazioni del lotto e del superenalotto. La fortuna è cieca ma bisogna darle una mano. I biglietti della Lotteria Italia di carta saranno pure bellissimi, ma i biglietti persi della lotteria non sono un invenzione giornalistica. E nell’era del web 2.0 in grado di richiamare migliaia di sardine in una piazza con un clic, con tanti siti di gioco autorizzati e legali non è il caso di prendere rischi.




Informazioni su Paolo Di Feo 90 Articoli
Paolo Di Feo, laureato in economia con 110 e lode e MBA ha lavorato nelle telecomunicazioni prima di entrare nei giochi. In questo settore è stato consulente, direttore e proprietario sia in Italia sia all’estero. Scrive da tempo numerosi articoli e rilascia interviste ai giornali e alle TV nazionali sui temi del gioco di cui è profondo conoscitore.