Divieto pubblicità e biglietti non riscossi lotteria italia 2020.

I biglietti non riscossi sono un classico delle lotterie, ma quest’anno nella lotteria italia 2020 il divieto di pubblicità ai giochi avrà effetti particolari.

Le società di gioco online regolarmente autorizzate su https://www.adm.gov.it/portale/monopoli/giochi/gioco_distanza/gioco_dist_concessionari non potranno fare pubblicità sulle parole chiave della lotteria italia 2020. Quindi se cercate ad esempio estrazione biglietti vincenti, o biglietti non riscossi lotteria italia 2020, potreste trovare di tutto. Articoli di giornale certo. Siti legali certo. I nostri articoli come https://notizie.giochi24.it/orario-estrazione-della-lotteria-italia-2020/ Ma anche fake news e siti di lotterie estere.

Invece prima del divieto pubblicità avreste trovato in cima alla pagina solo siti regolarmente autorizzati. Gli unici che erano ammessi da google. E gli unici a cui viene controllato cosa scrivono nei toni e nei contenuti. .

Potremmo essere complottisti e parlare di complotto sui biglietti non riscossi . A chi vanno i biglietti non riscossi ? I biglietti non riscossi e vincenti vanno interamente alle casse dell’organizzatore della lotteria. Ovvero le casse dello Stato. Come di tutti i giochi, è lo stesso per Lotto e Superenalotto. In realtà per la lotteria Italia 2020 la legge aveva fatto una eccezione, pro domo sua. Ma google , più realista del re, ha deciso visto il caos di non ammettere comunque le ricerche sponsorizzate da concessionari. Di fatto legiferando al posto dello stato.

Noi continuiamo a pensare che un buona idea , ovvero regolare severamete la comunicazione sui giochi, abbia perso poi il controllo nella sua applicazione affrettata. Impedire di sponsorizzate le ricerche sulle parole di gioco produce il risultato opposto da quello voluto. Per quale motivo un adulto che cerca lotteria italia 2020 online non deve trovare la promozione della vendita dei biglietti da parte dei concessionari ma solo chi e cosa viene deciso da un algoritmo di google , magari incosapevolmente sbagliando e portando su siti illegali ? Quello che sta avvenendo si chiama eterogenesi dei fini. Regoliamo in modo severo contenuti, toni, regole dei siti legali. e poi li nascondiamo….chi ne ha vantaggio ?




Informazioni su Paolo Di Feo 96 Articoli
Paolo Di Feo, laureato in economia con 110 e lode e MBA ha lavorato nelle telecomunicazioni prima di entrare nei giochi. In questo settore è stato consulente, direttore e proprietario sia in Italia sia all’estero. Scrive da tempo numerosi articoli e rilascia interviste ai giornali e alle TV nazionali sui temi del gioco di cui è profondo conoscitore.