Ludopatia: mito e realtà.

Nell’intervista rilasciata ieri, il Ministro dello Sviluppo economico parla di Ludopatia. Non siamo noi i più titolati a scrivere di ludopatia rispetto al Ministro, o forse sì. Esistono giocatori  compulsivi ? Si. Sono frequenti? Molto rari, almeno da noi. Esistono giocatori compulsivi che si rovinano? Ancora più raro, i  compulsivi se lo possono permettere, spesso. Statisticamente è un fenomeno importante? Nel caso delle lotterie online, che sono il nostro pane quotidiano, diremmo proprio di no. Certo è più probabile del jackpot del superenalotto, ma molto meno di tante altre cose. Dobbiamo combatterlo ? Sì ma con i mezzi giusti. Perchè se ne parla tanto? Perchè finisce sui giornali, dal giocatore di dostoevskij in poi si è mitizzata la figura del giocatore e quella dello strozzino. Ecco, forse se ci fosse freddezza nel trattare l’argomento si arriverebbe alle soluzioni. Ma la freddezza non è umana. Siamo emozionali e passionali. Dei giocatori!

Per approfondire il tema guarda il nostro precedente articolo sul tema del gioco compulsivo.

Informazioni su Paolo Di Feo 54 Articoli
Paolo Di Feo, laureato in economia con 110 e lode e MBA ha lavorato nelle telecomunicazioni prima di entrare nei giochi. In questo settore è stato consulente, direttore e proprietario sia in Italia sia all’estero. Scrive da tempo numerosi articoli e rilascia interviste ai giornali e alle TV nazionali sui temi del gioco di cui è profondo conoscitore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*